Una sponda al volo

Una Sponda al Volo, esiste un conteggio affidabile?

22-10-2015 19_52_45Si utilizzano sostanzialmente due sistemi, vediamo oggi il primo, deriva dalla scuola Argentina ma è semplicemente un calcolo veloce del punto intermedio tra le due biglie.

Vediamo il sistema

Pensiamo ad una forza per far scendere la biglia avversaria sul quadrato opposto (sarà quindi sempre sul quadrato inferiore, verso di noi), dopo aver toccato due o tre sponde: eseguiamo con un effetto abbastanza marcato, colpo sulla battente in alto per non chiudere la traiettoria all’impatto con la sponda.

Iniziamo il nostro allenamento per la nostra “Una Sponda al Volo” con questo taglio (riferito agli esempi che vediamo sotto che prevedono una esecuzione verso la lunga di destra rispetto alle immagini):

Imagen1

Le numerazioni che dobbiamo dare sono semplici, ogni diamante vale 10 punti.

Sulla lunga partiamo dal basso, sulla corta partiamo dalla nostra sinistra,  per gli esempi che vediamo, le partenze sulla corta si invertono per esecuzioni contrarie. Per non confondere, pensiamo per adesso soltanto ad una unica direzione, nel nostro caso sono tiri pensati per un attacco sulla lunga di destra.

Numerazione dei diamanti per Una Sponda al Volo

Dalla nostra sinistra, sulla corta, 0, 10, 20, 30 …

Sulla lunga, dal basso, 0, 10, 20, 30, 40, 50, 60, 70 …

(Se volete ingrandire le immagini cliccate sopra)

Esempio 1

  1. esempio 1 una sponda al volo gomezSommare le altezze delle due biglie (proiezione sulla lunga) 20 + 60 = 80
  2. Fare la differenza algebrica tra avversaria e battente (proiezione sulla corta) 26  –  20 = 6
  3. Sommare i due risultati: 80 + 6 = 86
  4. Dividere per 2     86 : 2 = 43

 

43 è il punto della sponda lunga che dobbiamo mirare; è logicamente il punto sul panno, stiamo cercando geometricamente il punto intermedio tra le due biglie.

——————————————————————————————————

Notiamo che la battente toccherà leggermente prima del punto ideale, dovuto alla sua grandezza e dovremo sempre pensare ad un effetto a favore, sia per compensare questo punto anticipato, sia per non far chiudere l’angolo della battente.

Oltre questa considerazione abbiamo anche il taglio sulla battente; spostiamoci ancora con la mira sul punto della sponda della stessa quantità in cui ci spostiamo sulla nostra biglia per il giusto effetto.

In pratica avremo che dobbiamo mirare sempre circa un punto in più, nell’esempio verso il 44

Esempio 2

  1. Imagen5 una sponda al voloSommare le altezze delle due biglie (proiezione sulla lunga) 22 + 60 = 82
  2. Fare la differenza tra avversaria e battente (proiezione sulla corta) 18  –  24 =  – 6 (meno 6)
  3. Sommare i due risultati: 82 – 6 = 76 : 2 = 38

 

 

 

 

 

 

 

 

Imagen6Una considerazione: se la gialla fosse attaccata alla lunga avremmo questa situazione, vediamo il conteggio:

38 + 22 = 60

40 – 24 = 16

60 + 16 = 76 : 2 = 38

 

38 rimane come punto ideale, non badiamo comunque alle piccole imperfezioni dovute alla grandezza delle due biglie (questo per il valore di 40 dato alla gialla, in realtà sarebbe leggermente minore …), abbiamo già fatto le buone considerazioni.

 

—————————————————————————————-

al volo di una sponda gomezEsempio 3:

 

 

  1. Sommare le altezze delle due biglie (proiezione sulla lunga) 23 + 55 = 78
  2. Fare la differenza tra avversaria e battente (proiezione sulla corta) 18  –  24 =  – 6
  3. Sommare i due risultati: 78  –  6 = 72 : 2 = 36

 

 

 

 

 

————————————————————————–

esempio 1 una al voloIl calcolo corrisponde, facciamo comunque una ulteriore verifica, assicuriamoci che, spostando le biglie nella traiettoria teorica, sia sempre valido. Le linee bianche riportano le traiettorie ideali.

Iniziamo con questa posizione, facendo il semplice calcolo abbiamo:

53 + 34 = 87

32 – 27 = 5

87 + 5 = 92 : 2 = 46 (punto sul panno)

——————————————————————————

Posizione 2, spostiamoci con la sola giallaesempio 2 2 una al volo

65 + 34 = 99

20 – 27 = -7

99 – 7 = 92 : 2 = 46

——————————————————————————-

esempio 3 una sponda al voloPosizione 3, spostiamoci adesso con la battente

65 + 23 = 88

20 – 16 = 4

88 + 4 = 92:2 = 46

———————————————————————————

Ricordiamo il taglio a favore sulla battente, maggiore è la forza con cui eseguiremo il tiro, maggiore sarà l’effetto che dovremo dare; esercitatevi su varie posizioni per arrivare ad una ottima padronanza del tiro.

Vedremo prossimamente un differente sistema per Una sponda al Volo che utilizza le numerazioni dell’Angolo 50.

Grazie per avermi seguito.favicon bi

Permalink

11 Responses to Una sponda al volo

  1. bi bi says:

    Ciao Vito Leo, lo so, il 2 a mo’ di 3 è uno dei tiri più difficili. Io ho voluto inserire un primo sistema che è quello delle diagonali che viene utilizzato da moltissimi giocatori, semplice da usare ma non precisissimo; il secondo, quello che trovi dopo, è molto preciso ma deve essere provato bene, dopo un po’ di esercizio sarà semplice memorizzare le varie compensazioni, quindi direi di applicarti bene sul secondo (quello di Gomez), e avere pazienza.
    Grazie, Roberto

  2. Vito Leo says:

    A differenza degli altri sistemi da te descritti nei tuoi libri e da me applicati con risultati soddisfacenti, quello del ” due a mò di tre” mi crea difficoltà. Questo perchè le descritte compensazioni per il sistema delle diagonali e quelle per il sistema Angolo 50, mi creano confusione. Naturalmente è colpa mia e se mai vorrai rispondermi, mi farebbe piacere che mi indicassi ESCLUSIVAMENTE tutte le compensazioni del solo sistema Angolo 50.Grazie e con ammirazione ti saluto. Vito Leo

  3. bi bi says:

    Ciao Giorgio, grazie per aver suggerito un particolare interessante. Mi riprometto di farti avere il calcolo preciso come tu chiedi, sicuramente di grande aiuto per tutti. 🙂

  4. giorgio75 says:

    Il sistema è molto buono. Lo pratico con soddisfazione e con qualche variante (non di impostazione ma di numerazione della sponda lunga assegnando al diamante centrale valore zero ). Detto questo, Caro Roberto, vorrei chiederti, profittando della tua grande esperienza, giacché per alcuni mirare a legno è più agevole che mirare a panno, come e in che misura si potrebbe modificare il punto di attacco rispetto alla mira calcolata con la metodica da te suggerita? Grazie per avere postato il sistema e per la risposta che vorrai darmi. Giorgio75

  5. Vito Leo says:

    Grazie per aver condiviso con noi appassionati le tue esperienze e la tua saggezza.

  6. bi bi says:

    Hola Marcelo, que quieres decir con el contra?

  7. Marcelo crespo says:

    Gracias estoy practicando. El contra como se calcula!

  8. giulio fois says:

    Sistema fantastico

  9. bi bi says:

    Hola Marcelo, el càlculo es para la bola llena, tienes que practicar un poquito y conseguir experiencia, gracias 🙂

  10. Marcelo crespo says:

    Me podes enseñar la suma para dar bola de dos y de tres bandas.

  11. franco says:

    Ottimo sistema, al prossimo con numerazione angolo 50