Scuola di Biliardo Italiano: Acchito – Parte 2ª

Riprendiamo con altre considerazioni sul tiro di Acchito a biglia libera.

Rileggete quanto riportato nel primo appuntamento dedicato all’acchito per seguire meglio.

Analizziamo per uno sfaccio di effetto contrario per allargare la avversaria gradatamente nelle 3 passate e mezzo.

Una scelta per fare più punti possibile.

Ricordiamo il punto in cui la nostra biglia deve colpire la avversaria per dirigerla verso il primo birillo (a destra nel disegno), per andare successivamente sul castello: è quasi piena.

particolare acchito 1

 

 

La nostra biglia tocca la avversaria leggermente sulla sinistra rispetto al suo centro.

Pertanto la biglia avversaria partirà con una rotazione oraria (verso destra) che nel primo  contatto con la sponda corta la porterà naturalmente verso sinistra.

 

 

vigile

 

ma robe’, destra, sinistra, su e giù, gira qui e vai li … sembri un vigile, dove devo andare?

eh eh eh … aspetta calma tanto qui non c’è la multa!

(hai ragione, destra , sinistra … fa ridere anche me …)

 

 

 

L’effetto dato alla battente serve a due cose simultanee.

Colpendo la avversaria  trasmettiamo (se colpita piena o quasi piena come nel caso del nostro tiro di acchito; per impatti non pieni la trasmissione dell’effetto è minima) l’effetto dato alla battente.

La biglia avversaria lo ripeterà al contrario.

Possiamo controllare la trasmissione dell’ effetto molto facilmente con questa semplice prova.

 

trasmissioneeffettoLa battente colpisce la biglia avversaria con effetto a destra.

La avversaria riceve l’effetto perché colpita piena e lo ripete al contrario, avrà quindi una rotazione verso destra.

Al contatto con la corta andrà verso sinistra.

Quindi, non esageriamo con l’effetto per l’acchito ma concentriamoci sul punto biglia.

Se riusciamo a colpire nel punto giusto i punti vengono da soli.

 

 

La biglia avversaria si allargherà naturalmente nelle 3 passate e mezzo che dovremo fare nella maggior parte delle volte che eseguiremo questo tiro.

Vediamo adesso la battente.

Il posizionamento della battente ha grande importanza ai fini della sua rimanenza finale.

Più ci posizioniamo al centro del  biliardo, ai birilli, meno corre la nostra ma aumentiamo il rischio di rimpallo.

Viceversa ci assicuriamo i punti, sempre che colpiamo la avversaria nel punto giusto,  con l’effetto e colpo giusto per non combinare un disastro.

 

Stiamo molto attenti a non dare un colpo eccessivo perché freniamo nel momento dell’impatto la corsa della nostra e corriamo il rischio di rimpallo.

Concentriamoci quindi per far toccare per prima la sponda corta alla battente.

L’angolazione non è tanta per cui basterà poco effetto per farla risalire sulla stessa sponda corta.

 

Ora vediamo cosa combiniamo se diamo troppo colpo alla nostra e andiamo a toccare la lunga prima della corta con un effetto marcato.

acchito battente sui birilli

 

 

 

La battente si dirige immediatamente sul castello di 3 sponde, il punto di contatto della lunga più l’effetto che diamo sono purtroppo perfetti per una inesorabile “bevuta”.

 

 

 

Per questo appuntamento è abbastanza, ci rivediamo prestissimo per analizzare le altre situazioni per un buon tiro di acchito a biglia libera.

multa a roberto

 

 

A parte il sorridere avremo altre occasioni per analizzare ancora questo tiro di acchito che è importantissimo.

Mandate se volete qualcosa a biliardoitaliano.it, almeno riesco a pagare la multa in acchito!

Ciao grazie per aver seguito, a presto.

Robertofavicon rosso

 

 

 

 

 

Permalink

2 Responses to Scuola di Biliardo Italiano: Acchito – Parte 2ª

  1. bi bi says:

    Ciao Lucio, ti devi allenare con un colpo sotto il centro con effetto a sinistra (se sei destro) ma devi stare attento a toccare con la battente PRIMA la sponda corta, nel caso infatti andassi direttamente sulla lunga la tua biglia girerebbe di 3 sponde e vai sul castello!
    Grazie R 🙂

  2. lucio says:

    ciao roberto ,,potresti dirmi il punto ideale di attacco e della battente ed effetto,,grazie