Scuola di Biliardo Italiano: Sponda Biglia

I piccoli segreti dello Sponda Biglia – Parte 1ª

Analizziamo insieme quelli che possono essere alcuni utili consigli per  una miglior esecuzione dello Sponda Biglia.

Chi gioca da molto tempo sa benissimo che non possiamo applicare alcun valido sistema di conteggio se non riportarci ad alcune considerazioni che ci aiuteranno nel tiro.

La possibilità di buona riuscita del tiro è chiaramente relativa alla posizione della avversaria, alla sua distanza dalla sponda lunga e dalla sponda corta, ma anche la posizione della biglia battente sarà determinante.

La situazione che risulterà logicamente più difficile da affrontare sarà quella in cui la biglia avversaria si dovesse trovare attaccata alla sponda corta.

Analizziamo prima di tutto quale possa essere la minima distanza dalla corta e dalla lunga per poter ancora eseguire uno Sponda Biglia senza rimpallare.

Vediamo il disegno che riporta la minima distanza dalle due sponde

E’ un vecchio “trucchetto” dei giocatori di Biliardo ma è bene conoscerlo: se passa il Gessetto è ancora possibile!
gessetto sponda biglia

 

 

Chiaramente le proporzioni non sono precise e il disegno serve solo per memorizzare questa immagine che ricorderemo nelle nostre partite.

Se non passa il gessetto non si può!smiley007_1400x1050

Analizziamo insieme una situazione che prenderemo come base per il nostro studio. La biglia avversaria si trova ad una distanza dalla sponda lunga uguale alla biglia stessa.

Prendiamo solo questo come esempio che servirà per avere una proporzione nelle altre situazioni.

Vediamolo in un particolare:

sponda biglia part1.pub

 

La biglia avversaria è staccata dalla sponda lunga di una distanza uguale al suo diametro.

Questa è la situazione in cui il punto di mira sarà uguale al punto letto sul legno della stessa biglia.

Relativamente alla partenza della battente avremo poi le quantità di effetto da considerare per una buona rimanenza.

Nell’esempio la avversaria si trova all’altezza del diamante 10 della sponda lunga e pertanto la nostra mira, senza effetto, sarà verso il diamante 10 della lunga.

Molto semplice.

Guardiamo il disegno completo che chiarisce la quantità di biglia colpita.

particolare sponda biglia 2.pub

Altre situazioni per lo sponda biglia abbiamo detto che non possiamo contarle e non sarebbe neanche conveniente per le numerose compensazioni che dovremmo considerare. Non possiamo far aspettare l’avversario dei minuti!

Ma pochi secondi per visualizzare l’altezza della biglia avversaria li possiamo perdere per vedere quanto stacca dalla sponda lunga.

Nel prossimo appuntamento vedremo insieme quale sarà l’effetto giusto da dare alla battente relativamente alla sua partenza.

Grazie per aver seguito, se avete dei consigli e volete proporre i vostri piccoli sistemi per una buona esecuzione dello sponda biglia (o per qualunque altro sistema e situazione di gioco), potete contattarmi e insieme realizzeremo l’articolo da pubblicare.

Grazie per avermi seguito.

ok

 

Permalink

One Response to Scuola di Biliardo Italiano: Sponda Biglia

  1. VITO LEO says:

    oTTIMO ED OTTIMA SPIEGAZIONE. GRAZIE