Scuola di Biliardo Italiano: Acchito con Biglia Libera

Benvenuti su biliardoitaliano.it,  primo appuntamento dedicato all’ acchito.

Il tiro a biglia in mano, il tiro di acchito, come eseguirlo al meglio.

pantera nera

Un tiro di Biliardo da affrontare con decisione, sicurezza,determinante per la vittoria.

L’acchito è una scelta obbligata nel gioco a 5  e 9 birilli quando la avversaria, dopo un fallo, non si dovesse posizionare in un punto strategico per altre soluzioni di tiro.

E’ comunque una scelta da fare se siamo in vantaggio e vogliamo realizzare più punti possibile.

 

Come eseguirlo al meglio?

 Vediamo subito come colpire il punto esatto della biglia avversaria,

Se non avete seguito le lezioni precedenti guardate quelle relative al punto di mira della avversaria.

Per riassumere in breve, biglia piena senza effetto: attacco della battente nello stesso punto della avversaria, al centro.

Biglia avversaria piena con l’effetto sulla battente: mira verso lo stesso punto di attacco della battente riportato sulla biglia avversaria (comunque ritorneremo su questo particolare dato che teoricamente miriamo lo stesso punto sulla avversaria, ma nella pratica subentrano altri fattori che andranno ad influenzare il nostro tiro e dovremo tenerne conto).

 

Ricordiamolo con un disegno

quantita biglia senza effetto

 

Questo concetto semplicissimo è importantissimo per sapere dove stiamo mirando e che punto andremo a colpire sulla avversaria.

Il disegno riporta 3 tiri senza effetto di biglia piena, mezza biglia e 3/4 di biglia.

Miriamo quindi con la stecca il punto che vogliamo colpire e seguiamo verso quel punto .

Altra cosa fondamentale è la posizione del corpo: dobbiamo essere sicurissimi che il brandeggio sia perfettamente lineare verso il punto che dobbiamo colpire. Non impostiamoci per mezza biglia e senza rialzarci spostiamo il punto di mira. Rialziamoci e impostiamoci nuovamente per il punto che dobbiamo colpire.

 

 

Il biliardo è molto difficile ma dobbiamo avere queste semplici basi per poter progredire ed arrivare ad una grande precisione.

Brandeggio perfetto e direzione del corpo esattamente verso il punto da colpire.

Non avere fretta di andare avanti perché sarebbe inutile, devi prima essere perfetto in queste due cose. Se non riesci nel tiro e conosci il punto di attacco sulla avversaria ma non riesci, ritorna qui e rileggi bene.

Vediamo adesso quello che potrebbe essere il punto ideale di mira sulla avversaria nell’acchito per i punti.  Il disegno riporta il punto in cui la nostra biglia deve colpire la avversaria per dirigerla verso il castello.

particolare acchito 1

 

Analizziamo cosa succede.

Supponiamo di tirare senza effetto.Colpiamo la avversaria quasi piena per dirigerla sul castello, miriamo quindi con la stecca praticamente al centro della avversaria con un piccolo errore sulla sinistra.

 

 

 

Supponiamo di tirare ora con l’effetto.

Miriamo con la stecca non il centro della avversaria ma spostiamo il punto di mira in proporzione a quanto effetto diamo.

Supponendo di colpire la battente a 3/4 sulla destra, la nostra mira con la stecca sarà a 3/4 sulla destra della biglia avversaria. Però abbiamo detto che questo vale per biglia piena, ma noi dobbiamo leggermente scarseggiare la avversaria; spostiamo il punto di mira il minimo sufficiente per dirigere la avversaria al castello.

Quindi, per dare un punto iniziale di riferimento per iniziare ad allenarci, miriamo con 3/4 di effetto a destra sulla battente il centro della biglia avversaria con la stecca.

Provate per ora il tiro di acchito con questo suggerimento di mira, piccoli errori li troverete facilmente subito da soli.

Direi di fermarci qui e dare il tempo di allenarvi assimilando queste considerazioni, abbiamo tempo e come ho sempre detto, è meglio fare le cose un passo alla volta.

L’allenamento maggiore sarà però di posizionamento del corpo, di punto di mira con e senza effetto, di verifica di brandeggio perfettamente lineare.

ih che palle… ma robe’, che palle ! lo hai detto 10 volte!

eh eh eh  non prendete in giro, pensateci bene, se raggiungi questo il Biliardo diventa  semplice e bellissimo.

Tutti i tiri di biliardo diventeranno più semplici da eseguire ed il tiro dell’ acchito verrà bene di conseguenza.

Grazie Gianni per aver suggerito un’analisi di questo problema.

Nelle prossime lezioni approfondiremo come dosare la quantità di effetto sulla battente e vedremo la soluzione migliore per il buon posizionamento della nostra biglia e per non andare di 3 sponde sul castello con la nostra dopo un acchito perfetto sulla biglia avversaria!.

Ciao buon allenamento

Robertofavicon rosso

 –

Permalink

4 Responses to Scuola di Biliardo Italiano: Acchito con Biglia Libera

  1. bi bi says:

    Mi fa piacere, è tutto lì! R 🙂

  2. bi bi says:

    La cosa fondamentale è assicurarti che il brandeggio sia lineare, che durante il movimento sia sempre perfettamente lineare. Correggi la posizione se non dovesse essere così.
    Saluti, Roberto

  3. giancarlo magni says:

    l’impostazione del corpo ed un buon brandeggio facilitano molto i tiri.personalmente non riuscivo a ripetere allo stesso modo i tiri e i risultati erano approssimativi, ora tutto OK
    saluti a tutti

  4. giancarlo magni says:

    dopo varie prove ancora non riesco a tirare come vorrei! (forse troppa fretta nel tirare?) brandeggio poco e al momento del tiro sbaglio (per fortuna non sempre!)
    grazie ciao
    giancarlo